Archivio Categoria: News

Campioni della Crescita 2022

il sole  ore istituto tedesco qualita leader della crescita

IL SOLE 24 ORE – Leader della crescita 2022 è la lista delle 450 aziende italiane autocandidatesi che hanno ottenuto la maggiore crescita di fatturato tra il 2017 e il 2020, realizzata da Sole 24 Ore e Statista.

SCOPRI DI PIù

ISTITUTO TEDESCO QUALITÀ E FINANZA ITQF – La lista delle 600 aziende con la maggiore crescita del fatturato fra il 2017 e il 2020. Kostruire Srl è al trecentocinquantasettesimo posto.

SCOPRI DI PIù

A Codogno c’è chi ha saputo svilupparsi nonostante il Covid: l’impresa edile Kostruire tra le eccellenze italiane ed europee

premiazione le fonti impresa edile kostruire codogno

Premi: Le Fonti Awards, Financial Times, Sole 24 ore e Repubblica sottolineano i risultati dell’azienda

Un’eccellenza sempre riconosciuta dai clienti, attestata nel corso del 2021 da ben quattro premi di carattere nazionale e internazionale ottenuti per la capacità non solo di reggere alla bufera Covid, ma addirittura di crescere e innovare nel periodo più difficile per l’economia. La Kostruire Srl di via Ramelli a Codogno, impresa edile guidata da Paolo Bassi, non si è mai arresa alla pandemia.

Qui dove tutto è cominciato, nella Bassa della prima zona rossa italiana ed europea, a parte le due settimane di lockdown assoluto imposto dalle autorità, la Kostruire ha continuato ad operare, a investire e a svilupparsi, mantenendo al top gli standard di qualità di progetti, materiali e lavori oltre che di sicurezza sui cantieri. E’ per questo che si è meritata a Milano il riconoscimento di “Ceo dell’anno – Innovazione edilizia” per Paolo Bassi nell’ambito dell’undicesima edizione del prestigioso “Le Fonti Awards”. E a coronamento dell’impegno degli ultimi anni, la Kostruire ha incassato anche le attestazioni di Premio “Leader della crescita” 2021, Premio “FT1000” 2021, Premio “Leader della crescita” 2022, Premio “Campioni della crescita” 2022, Premio “Le Fonti Awards”. Alla base dei premi ci sono le analisi dell’istituto tedesco di qualità ITQF (per La Repubblica) e dell’istituto tedesco di ricerca Statista (per FT e Sole): certificazioni indipendenti che hanno fotografato la crescita (sulla base dell’ultimi triennio) dell’impresa che dal 2005 è attiva nel settore dell’edilizia. “In particolare – spiega Angelo Bassi – ci occupiamo della costruzione di edifici commerciali a destinazione alimentare, come supermercati e discount che realizziamo chiavi in mano.

E probabilmente l’impegno in questo particolare settore, che non si è mai fermato per il Covid, è stato anche il nostro punto di forza nei lunghi mesi del lockdown”. Nel campo dell’edilizia non residenziale, Kostruire opera più in generale per la costruzione, ristrutturazione e manutenzione di fabbricati industriali, commerciali e agricoli. “Ma ci occupiamo anche della costruzione di nuove case ad uso abitazione, nonché della ristrutturazione, rinnovamento e manutenzione delle abitazioni sia su nostra iniziativa che attraverso appalti che ci vengono affidati dai privati”. “Nella nostra azienda – precisa Angelo Bassi – operano circa venti addetti, tutti del territorio; abbiamo assunto anche nel periodo della pandemia. Siamo una squadra giovane, che lavora esclusivamente in Italia, soprattutto al nord, fra Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria e Toscana”.

Codogno è il cuore dell’impresa edile di Kostruire, mentre nel vicino Piacentino, a Rottofreno, c’è il laboratorio dedicato a marmi e graniti, nel quale la manualità artigiana sviluppata in anni di esperienza nella lavorazione della pietra si accompagna all’introduzione delle più moderne tecnologie per la predisposizione dei marmi all’uso edile, ma anche al loro impiego nel design e nell’arte funeraria. “Scegliamo e consigliamo il materiale in base alle esigenze del cliente – spiegano in Kostruire – selezionando il materiale migliore sul mercato da fornitori leader nel settore, e realizziamo piani cucina, bagni, lavabi e piatti doccia, scale, camini, pavimenti, monumenti e cappelle”. Il nostro obiettivo per il futuro in campo edile, conclude Angelo Bassi “è continuare sulla strada della qualità, sia tecnologica che architettonica, impiegando sempre tecnologie all’avanguardia nella creazione di complessi immobiliari nei quali i costi di manutenzione e gestione siano prossimi allo zero”.

Il Cittadino, Corriere Imprese, dicembre 2021

Ricavi moltiplicati, boom di assunti 600 imprese trainano lo sviluppo

premiazione le fonti impresa edile kostruire codogno

Criteri di selezione rigorosi, oggettivi e scientifici, per individuare quelli che l’istituto tedesco qualità e finanza definisce “I campioni della crescita”.

Seicento imprese, con un fatturato aggregato di 14,7 miliardi di euro nel 2020, in crescita del 50% rispetto al 2017, quasi 3Omilla posti di lavoro creati, in media più di 38 per azienda, oltre la metà concentrate nel centro-nord del Paese (Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna e Veneto) e attive In 5 settori strategici (prodotti industriali, tecnologia, vendita&marketing, alimentare e servizi&consulenza).

È lo spaccato che emerge dalla quarta edizione dell’indagine “Campioni della Crescita” dell’Istituto Tedesco Itqf, il prestigioso progetto nato in partnership con La Repubblica Affari&Finanza. Indagine che fotografa, dopo un’attenta selezione, la lista delle aziende-motore della ripresa in base alla crescita media annuale generata nel triennio 2017-2020. «L’analisi riconosce le eccellenze dell’economia italiana che nonostante un quadro macroeconomico molto difficile dovuto all’emergenza sanitaria registrano uno sviluppo notevole. Si tratta dell’Italia dinamica che, attraverso nuove tecnologie, innovazioni ed esportazioni spesso a livello mondiale, crea posti di lavoro e distribuisce benessere e ricchezza nel territorio» premette Christian Bieker, direttore dell’Itqf, ente indipendente leader In Europa nelle indagini di qualità.

Per essere incorporate nel ranking le aziende autocandidatesi dovevano rispettare una serie di criteri severi e fornire su richiesta bilanci ed altri documenti. La long list ha compreso oltre 25mila Imprese con alto tasso di crescita ed è stata redatta tramite ricerca in banche dati pubblicamente disponibili (ad esempio, Camere di commercio), dati aziendali online, analisi di gare e portali di comunicazione. In totale queste fonti dl ricerca censiscono circa 8 milioni di imprese italiane. Tutte le aziende della long list sono state contattate via posta, e-mail o telefono con la richiesta dl compilare un dettagliato questionario sull’attività dell’impresa. Annunci pubblici su “La Repubblica-A&F” ed online hanno invitato anche altre aziende ad autocandidarsi. Per far parte della classifica dei 600 Campioni della Crescita le aziende dovevano rispettare diversi criteri: avere raggiunto un fatturato minimo di 100.000 euro nel 2017 e di 1,2 milioni euro nel 2020; essere un’azienda indipendente con sede legale in Italia e cresciuta prevalentemente in modo organico, non avendo come modello di business l’acquisizione di altre aziende; non aver commesso violazioni gravi (art.80 del Dlgs. 50/2016). Sono stati raccolti anche dati sui risultati operativi nel triennio 2017-2020 e sul numero di dipendenti, per scartare aziende con un continuo declino dell’occupazione o persistenti perdite.

Il calcolo del tasso di crescita si è basato sui dati di fatturato comunicati e confermati dalle aziende candidate. La lista dei campioni è stata stilata in base alla crescita media annuale, il cosiddetto tasso annuo di crescita composto, più comunemente noto come Cagr (fatturato 2020/fatturato 2017). Il tasso medio annuo minimo per entrare nella classifica è stato di 8,54%, il tasso medio annuo più altro registrato è stato di 297,59%. I dati sono stati forniti e confermati ufficialmente da un membro della direzione o da un dipendente delegato dell’azienda. Tutti i dati riportati dalle aziende sono stati elaborati e controllati dall’Itqf e, in caso di divergenze, l’Istituto tedesco si è avvalso dei dati ufficiali pubblicamente disponibili (ad esempio dati presenti nel Registro delle Imprese).

La metodologia viene utilizzata anche in altri paesi europei come la Germania dove “Campioni della Crescita” riscuotono da anni grande successo. «Rientrare tra le magnifiche 600 è la prova visibile e ufficiale del proprio successo aziendale e allo stesso tempo una concreta opportunità per dimostrare la propria capacità imprenditoriale, attrarre nuove possibilità di business, talenti e investitori. Essere presente nella lista del Campioni della Crescita aumenta non solo la conoscenza e la reputazione dell’azienda in qualità dl datore di lavoro, ma trasmette anche ai potenziali dipendenti l’idea di avere grandi prospettive per Il futuro. Le aziende selezionate hanno il diritto di ottenere il relativo sigillo di qualità dell’Itqf» conclude Bleker. 

La Repubblica, 1 novembre 2021

Fra le eccellenze italiane c’è anche l’azienda codognese Kostruire srl

premiazione le fonti impresa edile kostruire codogno

Paolo Bassi premiato come Ceo dell’Anno Innovazione Edilizia, pioggia di attestati per la società leader della crescita 2021

Fra le eccellenze italiane c’è anche l’azienda codognese Kostruire: l’impresa di via Ramelli, attiva su suolo nazionale e che nell’anno del Covid ha resistito arrivando anche ad assumere, è stata premiata a Milano in occasione dell’undicesima edizione di Le Fonti Awards fra quelle realtà e quei professionisti che, nonostante la pandemia e la conseguente crisi economica, hanno mantenuto alti gli standard. In particolare Paolo Bassi di Kostruire è stato incoronato come Ceo dell’Anno Innovazione Edilizia. Ma il riconoscimento segue ad altri attestati di merito giunti dai concorsi de Il Sole24Ore e Statista e Financial Times e Statista che hanno certificato l’azienda di Codogno come leader della crescita 2021 (sul triennio).

«Siamo attivi dal 2005 nel settore dell’edilizia, in particolare nella costruzione di fabbricati commerciali a destinazione alimentare come i supermercati, i discount, che realizziamo dalle fondamenta alle chiavi in mano – spiega Angelo Bassi, fratello di Paolo e referente dell’ufficio acquisti – e probabilmente il nostro impegno in questo settore è stato anche il nostro punto di forza nei lunghi mesi del lockdown; in ogni caso ci occupiamo anche di edilizia residenziale», precisa. «Al momento nella nostra azienda operano circa 20 addetti, persone del territorio, e nell’anno della pandemia abbiamo anche assunto due figure – racconta Bassi -, quest’anno, a fronte di due pensionamenti dovremo poi provvedere ad altre figure, complessivamente siamo una squadra giovane, e operiamo esclusivamente in Italia, in particolare nel Nord, fra Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia, Liguria e Toscana».

La Kostruire srl si occupa di interventi residenziali, commerciali, artigianali ed agricoli, prevalentemente sul territorio del Nord Italia, con una gestione diretta, dalla scelta dell’area fino alla vendita finale. A pochi chilometri dalla Bassa, nel Piacentino, ha un’altra sede nella quale è presente il laboratorio del marmo e granito.

«I riconoscimenti ricevuti ci fanno piacere perché premiano una crescita – commenta Angelo Bassi -, il 2020 è stato un anno delicato, in particolare quei primi 15 giorni legati alla primissima zona rossa qui a Codogno e nella Bassa, quando siamo stati totalmente bloccati; con il tempo, sulla base di apposite normative, siamo ripartiti e abbiamo ripreso a lavorare, riuscendo a portare a temine i progetti», conclude. 

di Sara Gambarini
Il Cittadino, mercoledì 07 luglio 2021